Peni non in stato di eccitazione


Sebbene sia stata descritta come disturbo femminile, in letteratura sono stati riportati tre casi di uomini che presentavano una sintomatologia simile e che per questo sono stati riconosciuti come affetti da PGAD.

  • Posizioni con una dimensione media del pene
  • Se l'eccitazione è eccessivaalla base può esserci un po' d'ansia - 360gradisud.it
  • Tali fenomeni, che ricorrono anche in altri mammiferi ad esempio lo pseudo-pene nella femmina di iena ridens crocuta crocuta [11] sono ritenuti vestigia di arcaici caratteri sessuali, comparsi in qualche pregresso stadio dell' evoluzione umana e funzionali alla selezione copulatoria.
  • Marcata diminuzione della rigidità erettile.
  • Disfunzione erettile: i sintomi, le cause e il trattamento dell'impotenza

Questo ha suggerito che possa essere un disturbo anche maschile, ma che ci sia una sottostima dovuta a difficoltà nel riconoscerlo e diagnosticarlo.

Fare diagnosi di PGAD in generale è molto difficile e, bisogna considerare, che nella stessa descrizione della condizione e dei criteri diagnostici esistono delle controversie. I primi a parlarne sono stati nel Waldinger e i suoi collaboratori che avevano identificato due casi maschili con ReGS.

peni non in stato di eccitazione pillole che è meglio per migliorare lerezione

Come nei casi femminili, gli autori avevano riscontrato una comorbidità con la sindrome della vescica iperattiva, ma non con la sindrome delle gambe senza riposo, riscontrando la stessa eziologia: una neuropatia del nervo pudendo. Tuttavia, solo in uno dei due casi il trattamento con la TENS si è rivelato efficace. In questo caso non erano state riscontrate anomalie neurologiche, né altre cause organiche che potessero spiegare i sintomi.

peni non in stato di eccitazione erezione in acqua

Il paziente presentava molte altre condizioni mediche, per cui sono stati trovati dei trattamenti, ma che non hanno alleviato i sintomi del PGAD. Tuttavia, è importante che i clinici prestino la giusta attenzione ai pazienti che possono manifestare questo tipo di sintomatologia e non sottovalutare che possa trattarsi di PGAD.

Per la controparte femminile, diversi lavori si sono dedicati a descrivere il vissuto emotivo delle donne affette, mentre per quel che riguarda gli uomini, non ci sono ancora dati in letteratura.

peni non in stato di eccitazione gonfiore del pene alla fine

Tuttavia, nei casi appena descritti vengono riportati vissuti di forte stress. Inoltre, altro messaggio culturale che viene inviato è che un peni non in stato di eccitazione oltre a dover avere sempre un alto desiderio ed essere facilmente eccitabile deve saper avere anche un buon controllo su di sé. In questi casi, è fondamentale rivolgersi a specialisti che abbiano una formazione in sessuologia e che possano conoscere questo tipo di condizione e, prima di tutto, cercare di avere una diagnosi precisa che possa confermare che si tratti o meno di PGAD.